• 19
    Jan
    , by Alex

A cura dei dottori della nostra spedizione: Kepa Lizarraga e Josep Sanchis. 

Dal vento possiamo proteggerci con l'uso di indumenti adeguati, ma è impossibile impedire all'aria di entrare nella parte più intima del nostro corpo ogni volta che respiriamo. In altitudini estreme, come quelle a cui si trova la squadra Wintertopappeal, guidata da Álex Txikon, l'aria che si respira è estremamente fredda e secca. Con una grande capacità di attaccare le mucose delle vie respiratorie, dalle narici e dalla gola ai bronchi e agli alveoli polmonari. Per ridurre i suoi effetti nocivi sono stati utilizzati preventivamente supplementi di alcune vitamine e abbondante idratazione , inoltre si dovrebbe sempre respirare attraverso indumenti come sciarpa o scaldacollo, che si riscaldano e inumidiscono con il nostro respiro di modo che l'aria arrivi più calda, umida e filtrata alle vie respiratorie. Un modo ancestrale e semplice per ridurre il rischio di soffrire di alcune malattie comuni..