• 20
    Jan
    , by Alex

Nella tenda dove mangiamo eravamo a 13 sotto zero, in tenda a meno 26 gradi, e dentro l'igloo dormivamo a -5 gradi. Devo dire che è stata la miglior notte di riposo delle mie 8 spedizioni invernali. Mentre cammini dalla tenda dove si mangia verso l'igloo, tutti i muscoli ti si congelano, le mani ti si induriscono e il vento ti soffia in faccia. Tuttavia, quando si entra negli igloo che abbiamo costruito al campo base, il rumore non si sente e il rombo del vento scompare. 

All'alba, i sacchi sono completamente asciutti e la luce penetra le pareti di oltre 20 cm di neve compatta. È una meraviglia. Ma, indubbiamente, una delle più grandi scoperte è stata l'ossigeno che si respira, la saturazione è maggiore nell'igloo rispetto alla tenda . Quindi , il riposo è decisamente maggiore.

È la tecnica Luengas. Grazie ad Aritz e Jagoba per averci insegnato come costruirli qui, a 5.000 metri di altezza!.