ROAD TO HIMALAYAS

Spedizione verso l'Himalaya 2019-2020: Antartide - Ama Dablam - Everest

Alex Txikon ritorna nell'Everest invernale.

Dopo aver provato la K2 all'inizio di quest'anno, Alex Txikon si prepara ad affrontare nuovamente l'Everest in inverno, che ha già avviato percorsi sperimentali nel 2016-17 e 2017-18. "La terza volta è il fascino", ha detto Alex del suo prossimo assalto alla montagna più alta del pianeta, con 8.848 m, nelle condizioni più estreme. "Approfitteremo anche dell'esperienza di K2, dove abbiamo imparato molto."
Questa volta, l'Everest sarà il culmine di una tripla avventura che inizierà il 14 dicembre 2019, quando Txikon, accompagnato da Juanra Madariaga, intraprenderà una spedizione che salperà le Isole Shetland meridionali sulla penisola antartica. Per fare questo, partendo da Punta Arenas, in Cile, dovranno attraversare il pericoloso passaggio di Drake e uscire in mare aperto fino a raggiungere le isole. Una volta lì e prendendo la barca come base, i spedizionieri esploreranno le isole, molto montagnose, e realizzeranno una serie di approcci a piedi e con gli sci verso vette non scalate o dove potranno aprire nuove rotte.
All'inizio di gennaio, e con solo due giorni liberi, Txikon volerà in Nepal. Lì incontrerà Félix Criado e Íñigo Gutiérrez Arce che, nel frattempo, avranno percorso l'intera rotta dalla Spagna a Kathmandu in un viaggio di 13.000 km attraverso 12 paesi, effettuando varie azioni umanitarie in alcuni punti lungo il percorso. Una volta raccolti tutti, cammineranno da Lukla al campo base di Ama Dablam, considerata una delle montagne più belle della terra e una sfida in inverno. In questa sezione saranno inoltre accompagnati da un gruppo di alpinisti disabili dell'associazione AMIAB (Ente nazionale dell'economia sociale dichiarata di pubblica utilità con sede ad Albacete, che si unisce a questo progetto con un obiettivo chiaro: visualizzare la piena inclusione). Txikon guiderà una squadra di nove persone in salita verso Ama Dablam, che, oltre al suo valore intrinseco, servirà come preparazione e acclimatazione fisica e mentale per l'Everest, il cui campo base è anche relativamente vicino, a capo della valle del Khumbu. Ciò faciliterà la logistica e la rapidità dei movimenti di squadra. Per l'Everest, Alex unirà le forze con Oscar Cardo e Jonatan García, nonché con il nepalese Chhiji Nurbu Sherpa, Pechhumbe Sherpa e Tenjen Sherpa. Tutti loro sono ochomilists esperti. Oscar Cardo, un pompiere residente ad Albacete, ha al suo attivo le vette dell'Everest e Cho Oyu, mentre Joanatan García, di Barakaldo, ha raggiunto le cime di Annapurna e Manaslu. Inoltre, avranno l'aiuto degli apprezzati "dottori del ghiaccio", gli sherpa specializzati nella ricerca e nell'equipaggiamento con corde di alluminio e scaglie di una delle aree più pericolose dell'Everest: la cascata di ghiaccio Khumbu. È un labirinto di crepe e seracchi (blocchi giganti di ghiaccio glaciale) in movimento lento ma costante, ed è necessario attraversare per raggiungere il Campo 1, il primo dei quattro campi alti che sono installati nell'Everest lungo il percorso scelto, quello di Collado Sur.
Oltre all'arrampicata, la spedizione condurrà studi topografici e meteorologici utilizzando potenti droni, mentre il fotografo Diego Martínez, uno specialista di fotografia analogica, documenterà la spedizione per future mostre e la pubblicazione di un libro..

DETALLES

Comienza:
2019-12-13

Finaliza:
2020-03-10

Lugar:
Antártida – Ama Dablam - Everest

NOTICIAS RELACIONADAS