Alex Txikon è nato il 12 dicembre 1981 a Lemoa (Bizkaia), nel seno di una famiglia umile e numerosa (è il più giovane di 13 fratelli). A 3 anni, ha scalato Gorbea per mano di suo fratello Javi, che è stato responsabile per instillare il suo amore per la montagna. Accanto al Club alpino Ganzabal iniziato nei Pirenei, Picos de Europa e le Alpi, all'età di 17 anni ed ha viaggiato per le montagne del Pamir, e solo 21 incoronato il suo primo 'ochomil', il Broad Peak (8.051m) in Karakorum (Pakistan). Da allora ha partecipato a circa 30 spedizioni, ha coronato 12 delle 14 vette più alte del mondo, e in particolare, come ama sottolineare, ha vissuto esperienze uniche in luoghi meravigliosi e circondato da persone altrettanto straordinarie.

Un importante primo passo nella sua carriera è arrivato nel 2005, quando è entrata a far parte del gruppo televisivo "Al Filo De Lo Imposible" per il quale ha lavorato come videocamera. Un altro punto di svolta è venuto con la sua incorporazione al progetto '14 x 8.000 'di Edurne Pasaban; erano senza dubbio anni meteorici e produttivi che lo abbronzarono.

Tuttavia, nel 2011 sentì di aver esaurito una fase e, declinando l'invito del team di Pasaban per l'Everest, preferì intraprendere nuove avventure e nuove forme di alpinismo. Così è iniziato, tra l'altro, nelle spedizioni invernali per le quali oggi è particolarmente noto e riconosciuto. Negli ultimi anni, ha scommesso, in definitiva, per progetti meno riusciti o di successo in termini di vertici raggiunti, ma molto più preziosi in termini alpini. Volti a nord, nuove vie, stile alpino, arrampicata su grandi pareti ... una scommessa rischiosa ma infinitamente più soddisfacente.

Oltre che alpinista, Alex Txikon è aizkolari e ha anche praticato il salto BASE; Egli sostiene di essere un amante insaziabile avventura, esplorazione, ama viaggiare e incontrare persone, parte per lui inerente a qualsiasi spedizione, qualcosa senza la quale non può concepire le loro sfide sportive.